RICETTE/RECIPES

Octopus sandwich roll

Un buon panino sembra esser una cosa banale. O almeno la maggior parte delle persone la pensano cosi’.

Chi, invece, ne ha fatti parecchi ma sopratutto mangiati di piu’, puo’ senza dubbio affermare che il “panino perfetto” e’ un percorso lungo una vita.

L’idea di questo panino e’ nata vedendo uno straordinario polpo (pescato in Oman) del peso di 1.6 Kg. Siccome cuocere il polpo e’ sempre stato motivo di mille dibattiti per non saper ne’ leggere ne’ scrivere ho deciso di congelarlo 24 ore, cuocerlo nella sua acqua per circa 45 minuti e successivamente, dopo averlo tagliato a pezzi, grigliarlo ferocemente. Senza nessuna marinatura.
Non ho usato bricchette ma carbone tradizione (lump, proveniente dall’etiopia, a pezzatura grossa).
Il risultato e’ stato molto soddisfacente, morbido e croccante.

 

Per la composizione del panino occorrono alcune preparazioni da fare precedentemente.

In primis la cipolla “depotenziata” ovvero una bella cipolla bianca tagliata e messa a bagno per 1 ora con sale e aceto. Prima di utilizzarla sciacquatela attentamente in maniera tale da eliminare il sale ma sopratutto renderla meno pungente. Asciugatela e mettete da parte.

In secondo luogo la maionese al wasabi, di una semplicita’ disarmante, prendete la maionese piu’ buona che trovate e arrichitela con un goccio di olio di sesamo, un pochino di limone spremuto e una punta di wasabi.
Non avrebbe senso dare grammature precise perche’ dipende dai gusti, consiglio di fare il tutto bilanciato senza che nulla prevalga. Iniziate aggiungendo gli ingredienti poco a poco e assaggiate.

Per fare i pomodorini confit, irrorateli di olio e metteteli dentro una teglia, in forno statico, a 150 gradi fino a quando non saranno ben abbrustoliti e la pelle verra’ via facilmente.
Anche in questo caso non ho aggiunto spezie ma a piacere potete aromatizzare con origano, sale, zucchero di canna e pepe nero.

Infine il pane, per risparmiare tempo sono andato sul sicuro scegliendo delle meravigliose pagnotte ai semi di zucca di Monoprix (famosa catena di supermercati francese con forno annesso). Apoteosi del panino, pagnotta leggera ma consistente, gusto deciso e croccantezza smisurata.

Per la composizione ho aggiunto altri due elementi, un po’ di rucola e una goccia di gorgonzola fuso per dare una nota piccante e un pochino di spinta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *