Beba Steak House

Beba Steak House

Siamo nell’alto Piemonte nella Valdossola e lungo la strada principale del paese ci imbattiamo in una steak house interessante e davvero sorprendente. L’esterno ha qualche pecca (insegna non troppo visibile) ma interno davero curato sia negli arredi che nella colonna sonora. Tra i tavoli è diffuso il canale audio Country di Sky e con grande piacere veniamo accolti con Zac Brown in sottofondo.

Niente male come benvenuto…

Al Beba è possibile trovare bistecche italiane, anzi piemontesi di altissima qualità (nel mese di Dicembre hanno proposto costata di Bue grasso di Carrù certificata) ma questo giustamente non impedisce di proporre carni straordinarie da tutto il mondo.

Ovviamente non mancheranno gli italioti ben pensanti pronti ad innoridirsi per un’offerta esterofila in un territorio piemontese in cui regnano bovini di alta qualità…

Meglio lasciarli parlare nella consapevolezza che sperimentare e gustarsi carni di qualità provenienti da tutto il mondo non significa affatto negare quanto la nostra terra è in grado di produrre; ma al contrario è il miglior modo per relativizzare ciò che mangiamo e, perché no, per stimolarne il miglioramento…

Menù

Il menù è ricco e mette ben in risalto la qualità dell’offerta con una sezione approfondita dedicata alle bistecche più pregiate.

Vedo le ribeye di black angus americano della Creek Stone Farm: che faccio? non le prendo? Impossibile. Ne ordino una accompagnandola con purè (preparato con patate affumicate al forno Josper) coperto di gongorzola e noci.

L’impiattamento è spettacoloso, sublime alla vista: su pietra ollare fa bella presenza di sé la bistecca ancora fumante; una salsa dijonnaise con la componente di senape in grani; un piccolo spiedino con due deliziose scamorzine affumicate bardate con pancetta croccante; e verdure alla griglia con riso speziato in accompagnamento.

Con la ribeye di black angus americano è facile vincere facile ma è altrettanto facile far brutta figura. Qui la cottura della carne non è per niente male ed è in grado di scaldare e conservare succoso l’interno. La griglia ha “markato” l’esterno coi suoi rombi croccanti e questo ci piace molto. Peccato che gli spazi “intra mark” siano rimasti un po’ “grigi” e non ben crosticizzati dando quel ricordo di bolliticcio che sarebbe stato meglio evitare con una cauterizzazione diffusa. La maillard “integrale” su tutta la superficie avrebbe accentuato alla perfezione i sapori di questo taglio tanto prelibato quanto pregiato. Come detto comunque, non è proprio il caso di sottilizzare: sia al taglio che all’assaggio la bistecca fa godere di piacere le papille gustative del fortunato avventore… stop.

Il conto è tutto sommato onesto ed in linea con quanto consumato.

A conclusione il BEBA è una steak house di tutto rispetto in cui sia l’ambiente che i sapori non appaiono così artefatte come nella famigerate catene di “stik auz” che si stanno diffondendo sul nostro territorio. La passione e la cura per la qualità del cibo proposto vengono piacevolmente percepite ed all’uscita non resta che la voglia di tornare per provare ciò che fisiologicamente non si è riusciti a ordinare.

Sito web: www.bebaornavasso.it

Pagina FB: https://www.facebook.com/bebabrace/

Mappa:


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *