Pomodorini confit al BBQ (Hot Countryside Version)

Pomodorini confit al BBQ (Hot Countryside Version)

La mania dei pomodorini confit al BBQ secondo la preparazione di Gianfranco Lo Cascio è letteralmente esplosa durante questa calda estate 2017. I social hanno visto le pagine più o meno “food oriented” tingersi indelebilmente di rosso.

Le cause sono presto dette: uno dei contorni più popolari sulle tavole italiane è stato definitivamente rivalutato grazie ad una semplicissima ma geniale preparazione in grado di valorizzare il sapore dell’estate mediterranea per eccellenza unendolo ai sapori ed ai profumi della feroce cottura delle braci.

Mi sono permesso di tentare una lieve variazione per incastonare tra i gioielli siciliani sapori piccanti (non troppo) di peperoncini appena raccolti dall’orto di casa… (Le radici del BBQ)

Ingredienti:

  • Pomodorini pachino IGP: grappoli a sufficienza per riempire una leccarda grande a piacere
  • Peperoni Ciliegia piccanti (Capsicum annuum) – 2/3 per teglia a secondo del vostro gusto
  • Olio d’oliva Extravergine (il migliore che riuscite a trovare)
  • Worcestershire sauce (Lea & Perrins)
  • Zucchero di canna
  • Texas Rub (Sale e Pepe in pari quantità)

 

Preparazione

Come detto la preparazione è qualcosa di dibolicamente semplice:

  • Riempire una leccarda con pomodorini Pachino IGP (o in mancanza pomodorini ciliegina di analoga dimensione)
    • Nota: Non rimuovere eventuali parti verdi presenti, libereranno aromi e profumi durante la cottura
  • Inserire tra i pomodorini 2/3 peperoni ciliegia piccanti. Si mimetizzeranno tra i pomodorini ma al momento giusto scateneranno i loro sapori fornendo un contributo inconfondibile, un kick dal sapore genuino che diverrà successivamente irrinunciabile. Certo, si può generare lo spunto piccante anche con qualche goccia di Tabasco, ma è estate e gli orti sfornano peperoncini freschi e profumati tutti i giorni: come valorizzarli di più? Quasi impossibile.
  • A piacimento si possono infilare tra i pomodorini fettine di funghi. Anch’essi conferiranno profumi ed al termine godranno dei sapori in diffusione dentro quella pandora rettangolare
  • Irrorare il tutto senza troppi problemi con EVO e qualche goccia di worcestershire
  • Spolverare con zucchero di canna e rub texano
  • Porre sul dispositivo BBQ per una cottura indiretta a circa 150 gradi:

  • Dopo aver tenuto il coperchio chiuso per un paio d’ore, una volta riaperto, gli efetti delle esplosioni saporifere saranno sotto ai vostri occhi e le esalazioni di quelle esplosioni arriveranno dritte al cervello
  • Gli utilizzi di tutto questo (pomodorini più sughetto) sono tendenzialmente infiniti: contorni caldi clamorosi per qualunque tipologia di carne o pesce; sopra a bruschette croccanti o condimenti da capogiro per la pasta che non desidererà altro dopo essere stata scolata. E’ possibile anche conservarli in frigorifero affogati nel loro sughetto ma personalmente non me ne sono mai rimasti a sufficienza per provare questa via!
    • Nota: Su Facebook con l’hastag virulento #drogarossa si possono gustare milionate di immagini e trovare suggerimenti sui possibili utilizzi.
    • Attenzione: creano dipendenza


1 commento su “Pomodorini confit al BBQ (Hot Countryside Version)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *