Risotto agli asparagi e gongorzola in fumo di melo

Risotto agli asparagi e gongorzola in fumo di melo

Il risotto nella sua massima espressione: preparato sul bbq in un wok in ghisa Weber si arricchisce di sapori e profumi clamorosi.

I tempi sono rapidi ma i risultati davvero unici.

In questa versione abbiamo condito il risotto con asparagi appena raccolti e gongorzola. Semplicità e gusto, stop. Leggi qui:

Ingredienti:

Riso 2 tazzine colme a persona

Un mazzo di asparagi

Cipolla (meglio se di tropea)

Uno spicchio d’aglio

Gongorzola DOP in quantità secondo gusto personale

Preparazione

1)Su un tagliere tagliare a pezzetti gli asparagi

2) Tagliare a fette (piuttosto sottili) la cipolla e l’aglio

3) Annegare nell’acqua per almento mezz’ora due manciate di chips di melo

 

4) Riscaldare il wok in ghisa Weber ponendolo direttamente sopra le braci roventi su cui avremo adagiato le chips di melo

5) Non appena il wok è pronto versare un filo d’olio EVO per evitare che i cibi si brucino una volta a contatto con la ghisa

6) Inserire nel wok il riso e farlo rosolare appena un po’

7) Aggiungere gli asparagi, la cipolla e l’aglio e mescolare con un cucchiaio di legno

8) Aggiungere brodo vegetale di tanto in tanto secondo le classiche tecniche di “risottatura” coprendo di tanto in tanto (il più possibile in realtà ma senza perdere il controllo di come evolve la cottura del risotto)

9) Continuare a mescolare sino a  che non sarà quasi pronto il risotto

10) A cottura ormai ultimata aggiungere il gongorzola DOP e mantecare il tutto

Si può terminare la mantecatura del risotto anche a tavola mettendo tra i commensali lo scenografico wok in ghisa Weber

Una volta nel piatto aggiungere cubetti di gongorzola (meglio se roquefort) e, per dare un tono di croccantezza, qualche seme di zucca.

Il risotto sarà una combinazione di sapori e profumi totalmente stravolgenti per chi non ha mai provato un risotto fatto sulle braci; un emozionate riincontro per chi assapora già da un po’ il mondo dei primi piatti preparati su questo strepitoso strumento che è il wok Weber.

PS: Come dite? Potrebbero essere presenti a fine cottura dei chicchi leggermente “arrostiti” e particolarmente croccanti, tostati ma non bruciati? Certamente! Per questo è assolutamente vietato mettere coltelli al tavolo in questa fase del pranzo/cena: ne potrebbe risentire la convivialità e la serenità a tavola! Nel servirli tra i piatti affidatevi alla sorte; in caso contrario gli effetti potrebbero essere analoghi a quelli generati dalla consegna di Paride della mela d’oro ad Afrodite 😉


1 commento su “Risotto agli asparagi e gongorzola in fumo di melo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *