Il primo (ma anche il secondo…) Pepper Stout Beef non si scorda mai!

Dopo un bel po’ di tempo che ci pensavo, finalmente ho provato quest’ottimo piatto dal quale non mi separerò più! In questo articolo non proporrò nessuna nuova ricetta o variante, semplicemente vi riporterò la mia esperienza.

BEEF, la CARNE (DI MANZO)

Per questa ricetta molti consigliano il Reale di Manzo, nel mio caso però ho utilizzato stinco di Manzo disossato, questo perché il reale propostomi dal macellaio, a mio avviso era troppo magro.

RUB

Questa parte è veramente veloce e semplice: un filo d’olio, si massaggia e poi sale e pepe.

SETUP DEL DISPOSITIVO

Questa cottura richiederà parecchie ore (in questo specifico caso un po’ meno di 8 ore) impostiamo quindi il nostro Kettle/Affumicatore per una cottura indiretta a 110°-115°. Per far ciò utilizzate lo snake o minion method come preferite. Se avete il WSM (Weber Smokey Mountain) date un’occhiata a questo mio articolo su come imposto lo snake: http://blog.bbq4all.it/grill-alt-canc/?p=192

AFFUMICATURA

Qua va a gusti, al momento ho provato con le chips di Whiskey e Noce, tra i due ho preferito il Whiskey. Per quanto riguarda le quantità ho usato 3 manciate di chips avvolte nel foil (in gergo si chiamamo “smoke bomb”) dedicherò un articolo a parte prossimamente.

SI PARTE

A questo punto, una volta che la temperatura del vostro dispositivo si sarà stabilizzata mettiamo il nostro pezzo all’interno, se avete un termometro con la sonda applicatela, mettete il vostro legno per affumicare e chiudete il coperchio.

NEL FRATTEMPO…

Ora che il vostro bel pezzo di carne si sta lentamente cuocendo ed affumicando prendete: 1 cipolla, 2 peperoni, 1 sedano. Tagliateli in listarelle sottili, mettetele su una padella e saltatele con un filo d’olio sale e pepe.

LA FASE DI STALLO

Dopo qualche ora il vostro pezzo di carne dovrebbe aver raggiunto i 65°-70° ovvero la famigerata fase di stallo, ma noi non ci preoccuperemo più di tanto perché a questo punto prenderemo il nostro bel pezzo di manzo affumicato e lo adageremo nelle verdure che abbiamo spadellato prima aggiungendo circa 50cl di birra stout. Infine ricopriamo tutto con un bel strato di foil.

Ecco come si presenta al termine dell’affumicatura.

CI SIAMO QUASI…

Ora non ci resta che aspettare che la temperatura della carne raggiunga i 94°-96°, che ci darà la tranquillità di poter pullare il tutto. Al raggiungimento della temperatura desiderata togliete il tutto e lasciate riposare per circa 1 ora. E ora… la parte che vi darà più soddisfazione: prendete un paio di forchette (o se li avete gli artigli) ed iniziate ad affondarle e separate le fibre!! Se avete fatto tutto per benino dovrebbero separarsi solo a guardare! Dimenticavo: prestate attenzione a non scottarvi le mani! BENE, a questo punto non vi resta che utilizzare il tutto per farvi degli ottimi panini!

Un dettaglio del risultato…

EXTRA (WOK e WSM)

Se siete tra i felici possessori della WOK, vi CONSIGLIO CALDAMENTE di utilizzarla per questa cottura. La procedura rimane pressoché invariata, praticamente ho messo le verdure tagliate direttamente nella WOK, aggiunto la stout e messo il tutto nel ripiano più basso dell’affumicatore ed usata come ‘drip pan’. Nel momento in cui la carne ha raggiunto i 65°/70° ho preso il tutto e messo all’interno della wok e chiuso il coperchio fino al termine della cottura! That’s all folks!!!

Ecco come si presenta all’interno della WOK!

 

2 Replies to “Il primo (ma anche il secondo…) Pepper Stout Beef non si scorda mai!”

  1. Ciao collega, grazie per l’articolo.. ma per questa preparazione ne esiste una analoga senza l’uso della birra (o alcol in genere)? Oppure, hai dei consigli per sostituirla?

    1. Ciao, onestamente non saprei… Considera però che non é alcolica, l’alcol evapora durante la cottura.

Rispondi a Andrea Li Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *