La PAELLA a modo mio, “My Way”

Paella:

La paella nasce a Valencia, ed è diventata nel tempo uno dei piatti tipici della Spagna e da tempo inserita nei classici della cucina internazionale.

Come tutti i piatti famosi la paella ha subito nel tempo innumerevoli modifiche, sia per adattare il piatto ai gusti della popolazione dove è stata “importata”, ma anche per trovare nuove ricette.

Elencare quanti tipi di paella ci sono è impossibile, ogni cuoco “casalingo” o “professionista” ha la propria ricetta, sicuramente ottima.

La tradizione vuole che sia preparata al aperto con la “paellera”, una padella fatta in ferro con due maniglie, una base piatta ed un bordo di qualche centimetro, con della legna di arancio (comune a Valencia) che li conferisce un aroma particolare.

Per noi amanti del bbq si può usare il wok in ghisa della WEBER ideale per questo tipo di cotture.

 

Ingredienti per un chilogrammo di riso (8/10 commensali come piatto unico):

  • Riso Vialone nano 1 chilogrammo.
  • Gamberoni da 1/2 chilogrammo
  • Gamberetti: 100 grammi
  • Polpo: 400 grammi
  • Anelli di totano o calamaro: da 500 grammi.
  • Perro di pollo: 500 grammi.
  • Cozze 1/2 chilogrammo con guscio – sgusciate 100 grammi.
  • Vongole 1/2 chilogrammo con guscio – sgusciate 100 grammi.
  • Peperoni rossi 1grosso o due medi.
  • Punte di asparagi 50 grammi.
  • Piselli medi (meglio se freschi) 50 grammi.
  • Pomodorini pachini freschi  (100 grammi) o passato di pomodoro 50 grammi.
  • Vino bianco fermo (buono) un bicchiere. Olio evo ¼ di bicchiere. Sale Q.B. Cipolla (rossa di tropea) 50 grammi. Aglio 1 spicchio grosso. Pepe e Peperoncino a piacere. Il succo di un limone.

Si parte:

Se avete scelto di usare vongole e cozze fresche, le avete pulite il giorno prima.

Tritare finemente cipolla e aglio, versare l’olio e fare soffriggere a fuoco basso aggiungendo (se volete) il peperoncino, il tutto deve appassire non bruciare.

Aggiungere il pollo ( il pollo deve prima marinare un ora con il suco di limone ed il pepe, girate spesso) e gli anelli, alzando leggermente il fuoco, aggiungete un pizzico di sale, cuocere mescolando per 15 minuti di minuti, o fino a quando il liquido rilasciato incomincia ad asciugare.

Aggiungete il polpo cotto. e sfumate con un bicchiere di vino bianco fermo.

Abbassate il fuoco ed aggiungete i pomodorini, cuocere per 5 minuti

Aggiungete i peperoni e cuocere per altri 5 minuti

Aggiungete i piselli e le punte di asparago. Cuocere per altri 5 minuti.

Aggiungete il riso e lo zafferano.

Venti minuti di cottura, aggiustate di sale, spegnete il fuoco, lasciate riposare 10 minuti, servite.

Se vi piace potete presentarla in modo che l’occhio abbia la sua parte! Gamberoni e cozze e vongole con il loro guscio ben in vista spicchi di limone, ecc.)

Se avete dubbi o domande chiedete pure. 

vecchioferro48@gmail.com

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *