Può succedere, ve lo giuro qualche volta l’ho visto succedere, che avanzi un bel po’ di pulled pork. In quel caso che fare? In molti vi risponderanno che basta congelarlo, magari porzionato in dosi singole, e scongelarlo al momento del bisogno quando si ha voglia di un bel paninozzo, magari a mezzanotte al rientro dal cinema.
Sì, vero. Ma ammettiamo che uno voglia trovare un modo alternativo per consumarlo?

Io ho ben pensato di farci un ragù con cui farcire i ravioli al vapore.

Avete presente i Jiaozi, i classici ravioli cinesi cotti nella vaporiera di bambù che trovate ormai in tutti i ristoranti cino-giapponesi “all you can it”? Ecco, siccome ci vado matta, e per matta intendo che ne sono drogata, ho pensato che farmeli in casa fosse un’ottima idea. Sì, ma che metterci dentro? Avevo del pulled pork avanzato che avevo già scongelato (e che quindi non potevo ricongelare) e ho provato a tirar fuori qualcosa di buono.
Secondo me è venuto fuori qualcosa di PARTICOLARMENTE buono. Questo ragù è delizioso, saporito e affumicato, volendo utilizzabile per condire qualsiasi altro tipo di pasta.
Anche le tagliatelle di nonna Pina, per dire.
Provatelo e fatemi sapere.

Per la pasta:
250 grammi di farina
150 ml di acqua
Un pizzico di sale

Per il ragù:
500 grammi di Pulled pork
Una salsiccia
Mezza carota
Mezza cipolla rossa
Un ciuffo di prezzemolo
Un gambo di sedano
Qualche foglia di cavolo cinese
Due cucchiai di salsa di soia
Un cucchiaio di paprika forte
Un cucchiaio di paprika dolce
Mezzo bicchiere di aceto di mele
Un cucchiaio di concentrato di pomodoro
Un cucchiaio di olio di oliva
Sale

Preparate la pasta mescolando piano piano la farina con l’acqua e un pizzico di sale. Lavorate l’impasto per qualche minuto su una spianatoia infarinata, poi foderatelo con pellicola trasparente e lasciatelo riposare per un’oretta.
Nel frattempo preparate il ragù: tritate finemente il sedano, la carota, la cipolla, il prezzemolo e il cavolo cinese e poi fate soffriggere il tutto con un cucchiaio d’olio.
Aggiungete il pulled pork che avete prima tritato finemente col coltello e una salsiccia sbriciolata.
Lasciate insaporire, poi aggiungete la salsa di soia, la paprika dolce e quella piccante. Mescolate il ragù e aggiustate eventualmente di sale (usandolo con parsimonia).
Bagnate con mezzo cucchiaio di aceto di mele e poco dopo il concentrato di pomodoro diluito in mezzo bicchiere di acqua.
Coprite il tegame e lasciate cuocere per un’oretta, facendo ritirare il ragù per bene.

Trascorso il tempo necessario, tirate la pasta con un mattarello e ricavatene dei dischi, aiutandovi con un coppapasta di diametro abbastanza grande. Tirate ancora un po’ la pasta col matterello e poi ponete al centro di ogni disco un’abbondante dose di ragù (abbondante ma non esagerata, il raviolo deve chiudersi).

preparazione raviolo
Richiudete il raviolo a mezza luna e poi formate dei piccoli sacchettini, aiutandovi con le dita inumidite.
Mettete i ravioli a cuocere nell’apposita vaporiera foderata di cavolo cinese facendo in modo che i ravioli non si tocchino fra loro. Cuocete per circa 20 minuti chiudendo il coperchio.

presentazione ravioli al vapore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *