Chicken Lollipop

Questa e’ una delle ricette piu’ semplici e carine per la preparazione del pollo nel barbeque.

Grazie a dei semplici passaggi faremo sembrare dei comunissimi fusi di pollo dei simpatici lecca-lecca (lollipop per l’appunto), avvolti nel bacon.

-Procuratevi dei fusi di pollo e inziate levandogli interamente la pelle

-A questo punto con un coltello andiamo a incidere vicino all’articolazione la polpa del fuso, fino a quando non riusciamo a tagliare nettamente i tendini.

-Ora con l’uso di una pinza (si avete capito bene) andiamo a prendere e strappare uno ad uno i tendini che percorrono il fuso , fino a pulire completamente l’osso.

-Il prossimo passaggio e’ quello di spingere verso l’alto la parte di carne rimasta, cercando di dargli una forma piu’ tondeggiante possibile,e stando attenti a levare l’ossicino presente, poi ricopriamo l’osso con dell’alluminio.

-Ora andiamo a cospargere con un filo di senape la parte superiore (servira come “aggrappante per la bardatura di bacon successiva) e diamo una leggera spolveratina di sale e paprika dolce.

-Una volta fatto questo procedimento avvolgiamo la carne con una fetta di bacon, in modo di coprire la superficie e facendola aderire per bene.

-A questo punto noi ci aiutiamo con il supporto in acciaio di Webbq, studiato e realizzato per questo tipo di preparazione, e andiamo in griglia avendo settato il nostro kettle per una cottura indiretta a 160/170 gradi.

-Quando il termometro raggiunge i 76 gradi interni, le nostre lollipop sono pronte, e a seconda dei gusti, prima di servirle, potete spennellarle con la salsa bbq che piu’ vi piace.

Una volta che avrete preso dimestichezza con la preparazione questa ricetta diventera’ un vero e proprio vostro “cavallo di battaglia” che lascera’ a bocca aperta i vostri amici.

Provate e sappiateci dire.

 

 

 

 

4 pensieri su “Chicken Lollipop

  1. Attenzione nel spingere la carne verso l’alto all’ossicino appuntito ( che va tolto anche quello) ūüôā √® solo una precisazione per non farsi male, del supporto non avevo idea dell’esistenza…. bravi.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *