Weber Cup 2018 Agri Brianza

Nella giornata di Domenica 27 Maggio 2018 si e’ tenuta presso Agri Brianza a Concorezzo (Mb) la tappa lombarda della Weber Cup 2018, una gara di Bbq amatoriale itinerante lungo tutto lo stivale, che sfocia in una finale nazionale, che si terra’ a Vicenza nel mese di settembre, con tutti i vincitori delle singole tappe, per decretare il Gran Champion.

12 teams agguerriti, arrivati di buon ora, si sono sfidati su queste tre preparazioni: Steak (una costata con elemento predominante il curry) , l’hamburgher e una mistery box (che comprendeva delle ribs, patate, cipolle e zafferano).

Le preparazioni a giudizio dello staff e dei giurati sono state di un ottimo livello, per essere state concepite da team amatoriali, e questo ci rende molto orgogliosi di aver partecipato, oltre ad avere la conferma che, nella zona della Lombardia, con il BBQ non si scherza!

Il clima tra i team e’ stato molto disteso e divertente, non sono mancati i momenti di ironia, anche grazie all’organizzazione e animazione impeccabile di Weber e dello staff di Agribrianza, una vera garanzia in merito.

La bella giornata ha poi favorito l’afflusso di curiosi e appassionati, che giravano tra gli stand curiosando tra i banchi dei partecipanti, veramente una manifestazione che ha avuto molto successo, e che l’anno prossimo sara’ replicata, con la bellezza di 20 tappe lungo tutta la penisola.

Qui per la cronaca trovate il tabellone finale dei punteggi, ma in una bella giornata cosi’, siamo stati tutti un po’ vincitori:

Qui invece potete godervi il video della premiazione, con la gioia dei vincitori:

 

E per concludere una piccola galleria, con qualche nostro scatto:

 

Beef Ribs al BBQ

Oggi andiamo a illustrarvi questa ricetta per ottenere delle ottime beef ribs, preparate naturalmente nel vostro fidato kettle.

  • Per prima cosa procuratevi tramite il vostro macellaio di fiducia, ma si trova anche nei banchi della grande distribuzione, del biancostato scelto.

  • Asciugate bene con della carta assorbente il vostro pezzo di ciccia, trimmate l’eventuale grasso in eccesso dopodiche’ spennellate con salsa Worchester e applicate uniformemente un rub composto da: sale,pepe,aglio e cipolla.
  • Prepariamo il nostro kettle posizionando i nostri bricchetti per una cottura indiretta,stabilizzando una temperatura di 130/140 gradi e mettendo a bagno delle chips che ci serviranno per affumicare (noi consigliamo hickory o melo).

  • Posizioniamo la sonda del nostro termometro nel pezzo di ciccia, stando attenti che non faccia contatto con l’osso, mettiamo in griglia,buttiamo le chips sui bricchetti accesi e lasciamo in cottura chiudendo il coperchio.

  • Lasciamo cuocere stando attenti che la temperatura non superi mai i 140 gradi e quando la temperatura interna delle nostre beef ribs raggiunge i 65 gradi e si e’ formato una bella crosticina (bark) avvolgiamo il tutto in un doppio strato di alluminio (andiamo in foil) continuando la cottura.

  • Arrivati alla temperatura dei 95 gradi al cuore possiamo ritenerlo cotto, ma dovete avere ancora un po’ di pazienza prima di sbranarlo.
  • Ora serve una fase di riposo (rest) per far sciogliere bene il collagene all’interno delle nostre beef ribs, quindi le leviamo dal BBQ e le mettiamo, avvolte ancora nel alluminio, in un isobox per almeno 30/40 minuti.

Vi possiamo assicurare che l’attesa vale il risultato che otterrete.

Sarete avvolti da un profumo paradisiaco gia’ dal momento che le andrete ad estrarre dal foil,sentirete la carne tenerissima come burro al taglio, e vedrete le ossa leviarsi facilmente dal resto della carne.

Fateci sapere come vanno le vostre preparazioni e buon appetito a tutti!

 

Alette di pollo alla paprika

Le alette di pollo sono un must per tutti i grigliatori del mondo,come sapete benissimo si possono fare in tantissimi modi, con infinite varianti, ma in questo post vi andremo a illustrare forse il piu’ semplice e veloce, ma non per questo di minor effetto, o gusto.

  • Per prima cosa, procuratevi delle alette di pollo,pulitele bene da eventuali pelurie, e andate a recidere nettamente l’ultima falange, cosi’ da renderle piu’ corte e semplici da maneggiare.

  • Prepariamo un rub composto da sale,pepe,paprika dolce (ma se vi piace il piccante potete usare anche quella normale) e origano.
  • Mettiamo in una ciotola le nostre alette e le spennelliamo bene con olio di semi di mais, poi le cospargiamo con il rub che abbiamo preparato in precedenza.

  • Settiamo il nostro BBQ per una cottura indiretta e lo stabilizziamo a una temperatura di 160 gradi.
  • Mettiamo le nostre alette in cottura dalla parte opposta delle braci, coperchio chiuso, e quando il nostro termometro, che avevano infilato in una di esse, ci segnala i 76 gradi interni sono pronte, e possiamo servirle.

Facilissime da fare, un vero “must have” per chi adora le grigliate pollo, diventera’ una preparazione che non potra’ mai mancare, i vostri amici ve le reclameranno a gran voce .

Un piccolo consiglio: fatene tante,ma veramente tante…. perche’ una tira l’altra e alla fine non bastano mai!

Foto prese dal web.

 

American nachos con pulled pork

Quante volte ci e’ capitato di avanzare del pulled pork o di essere alla ricerca di una ricetta per un apetizer gustoso ? A noi tantissime volte , e questa e’ un idea che risolvera’ entrambe le questioni.

  • Procuratevi delle nachos (triangolini di grano duro) , quelle che trovate nelle buste al supermercato vanno benissimo, e riempite in modo fitto un piatto piano.

  • Adagiamo sopra i nostri gustosi triangolini delle fette di formaggio ceddar, noi ci troviamo benissimo con le Sottilette Burger che trovate un po’ ovunque nella grande distribuzione.

  • Tagliamo a rondelline dei cetriolini sott’olio e li cospargiamo sopra il nostro piatto, con un pizzico di pepe.

  • Ora dobbiamo far sciogliere il ceddar sulle nostre nachos, quindi o mettiamo per 2/3 minuti nel kettle caldo o 1 minuto nel forno a micronde.
  • Fatto questo non ci resta che prendere gli sfilacci del pulled pork , che avevamo chiaramente preparato in precedenza, e aggiungerlo abbondantemente al nostro piatto.

Con questi semplici e elementari passaggi avrete ottenuto un piatto da aperitivo gustoso, usando magari avanzi di “recupero” , che nel giro di pochi secondi verra’ spazzato via dall’ingordigia dei vostri commensali.

Provare per credere!

 

Gamberoni marinati al Bbq

In questa ricetta vi andiamo a illustrare come grigliare uno dei crostacei piu’ buoni in assoluto, il gamberone.

Solita ricetta come nel nostro stile: semplice, veloce e che da’ tanta resa.

-Per prima cosa procuratevi dei bei gamberoni di buona pezzatura, e lavateli sotto acqua corrente.

-Leviamo la testa del gambero, ma lasciamo il carapace, e andiamo a levare l’intestino (il filo nero) con l’uso di uno stuzzicadenti.

-Prepariamo una marinata con vino bianco, sale , pepe, prezzemolo e succo di limone e andiamo a immergerci i gamberoni, lasciandoli marinare per 40 minuti.

-Per questa cottura andiamo a usare la piastra in ceramica Weber, adatta per le preparazioni piu’ delicate, quindi settiamo il Bbq per una cottura diretta e andiamo a preriscaldarla per 15 minuti, con il coperchio chiuso.

-Mettiamo in cottura i nostri gamberoni, avendo l’accuratezza di girarli ogni 3/4 minuti, per avere un grado di cottura omogenea.

-Quando il carapace prende un bel colore significa che sono pronti, quindi possiamo andare ad impiattare aggiungendo una spruzzata di succo di limone e prezzemolo fresco.

Preparazione elementare per una delle pietanze marine piu’ saporite che si possano trovare, noi li adoriamo.

Provateli e fateci sapere nei commenti come vi sono venuti! Aspettiamo i vostri feedback!

 

Stinco di vitello affumicato al BBQ

In questo post andiamo a descrivere la nostra esperienza nel cuocere a puntino uno stinco di vitello.

Il pezzo che abbiamo procurato e’ intorno ai 2 kg. di peso, vi andiamo a descrivere il procedimento che abbiamo messo in atto per ottenere un risultato che vi sorprendera’.

  • Spennelliamo il nostro stinco con un velo di olio EVO e cospargiamolo con un rub composto da sale, pepe,cipolla,aglio e un rametto di rosmarino  .
  • Lo adagiamo in una leccarda e settiamo il nostro kettle per una cottura indiretta,abbiamo usato lo stacker Webbq stabilizzando sui 140 gradi.

  • Infiliamo la sonda del nostro termometro, facendo attenzione che non venga a contatto con l’osso dello stinco, e partiamo con la cottura, aggiungendo sopra le braci delle chips Don Marco’s al Hickory, per affumicare.

  • Lasciamo in cottura fino a quando la temperatura non raggiunge i 65 gradi interni, nel frattempo vaporizziamo della birra chiara sullo stinco per insaporire, ogni 30 minuti circa.
  • Raggiunta la temperatura indicata andiamo in foil, aggiungiamo un goccio di birra e avvolgiamo il nostro pezzo di carne in un doppio strato di alluminio, facendo attenzione che la sonda rimanga sempre ben posizionata, e sia ben sigillato.

  • Lo dimentichiamo in cottura, sempre ad una temperatura di 140 gradi, fino a quando non raggiunge la temperatura limite di 78/80 gradi interni,ora possiamo levarlo dal BBQ.
  • L’ultimo passaggio e’ lasciarlo a riposo,per la fase di rest, sempre avvolto nel foil,  per una trentina di minuti in un isobox, per poi sbranarlo.

Troverete una carna morbida e tenera,l’osso si stacchera’ dalla carne facilmente, e un retrogusto affumicato fara’ felice le vostre papille gustative.

Le foto credo parlino da sole, non vi resta che replicare nel migliore dei modi.

Buona cottura!

 

Return of the Chapter Lombardia BBQ4ALL

Si e’ svolto nella giornata di Domenica 19 Novembre 2017 il raduno di “risveglio” del Chapter Lombardia di BBQ4ALL, nella bella cornice della Villa Fiorita di Cernusco sul Naviglio.

Dopo un po’ di tempo di inattivita’, dei ragazzi volenterosi amanti del buon BBQ hanno deciso di rimettere in moto la macchina lombarda legata a BBQ4ALL con questo raduno, che ha richiamato nel corso della giornata piu’ di 60 persone.

L’organizzazione e’ stata perfetta e chiara, lo staff  e’ stato impegnato tutta la notte nelle cotture overnight per cercare di soddisfare al meglio gli avventori, che hanno potuto gustare del pulled pork e del brisket da paura.

Sono stati affiancati durante la giornata dai gentilissimi coach BBQ4ALL University del Chapter Veneto, Emanuele,Filippo, Dario e Ennio, che sono stati disponibili con tutti per consigli e chiarimenti, riguardo le preparazioni e il mondo del BBQ in generale.

Nel pomeriggio hanno condotto, insieme ad Adriano, uno degli organizzatori, uno showcooking sui tagli del manzo, molto interessante e seguito.

Il cibo prepararato durante l’evento era ottimo: pulled pork e brisket da perderci la testa, ribs da manuale con tanto di perfect bite, e gran finale con 15 Kg. di porchetta fatta al girarrosto su 3 kettle, veramente da antologia.

Il riscontro e la soddisfazione della gente e’ stato evidente, una splendida giornata per famiglie e appassionati del genere,  che speriamo si possa replicare presto nella nostra regione.

Qui di seguito un po’ di foto della giornata:

Se c’eravate anche voi diteci nei commenti come vi siete trovati, mentre se non siete stati dei nostri, non fate mancare la vostra partecipazione ad uno dei prossimi raduni, mi raccomando!

 

 

 

Return of the Chapter Lombardia: Info e Biglietti

Volevamo mettere in evidenza questo evento che segna il “risveglio” del Chapter Lombardia di BBQ4ALL, un vero punto di riferimento per il BBQ in Italia.

In quanto milanesi e lombardi, non potevamo spingere e dare onore a questi ragazzi, che si stanno impegnando per far crescere e incontrare i grillers della nostra regione.

Domenica 19 novembre 2017 presso Villafiorita in via Miglioli angolo via Gobetti a Cernusco sul Naviglio in provincia di Milano si terrà il primo evento organizzato dal Chapter Lombardia di BBQ4ALL.

Uno staff preparerà un menù da leccarsi i baffi.

Protagonista indiscussa sarà L’ Holy trinity

  • – Panino al pulled pork con l’immancabile coleslaw
  • pork ribs kansas city style
  • – sua maestà il brisket

La tradizione sarà anch’essa presente

  • Porchetta cotta alla brace

Per i più piccoli

  • Menu burger

e per finire……

Show cooking di Adriano Cairella supportato da coach del Chapter Veneto.

Vi aspettiamo per una fantastica giornata da passare con la famiglia nell’insegna del barbecue americano.

Dal contributo sono escluse le bevande che saranno fornite, a pagamento, dal locale.

Qui potete trovare ulteriori informazioni tramite l’evento creato su Facebook

Qui il link per acquistare i biglietti dell’evento: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-return-of-the-chapter-39464111219

Inutile dire che Milano BBQ Team sara’ presente all’evento, e recensiremo la giornata successivamente su questo blog, con foto e altre info.

 

 

Baked beans

In questo post vi andiamo ad illustrare come prepariamo i baked beans, o fagioli stufati, che sono un contorno perfetto quando andate a cucinare le ribs, o qualsiasi carne al barbeque.

In una vaschetta di alluminio da forno, o in una terrina, andate a mettere una lattina di fagioli borlotti bianchi e fagioli rossi con la loro acqua, e a parte andiamo a preparare il condimento.

In una ciotola andiamo a mischiare 2 cucchiani di ketchup, 1 cucchiaio di senape,1 cucchiaio di concentrato di pomodoro,1 cucchiaio di salsa bbq (possibilmente con gusto affumicato) e un pizzico di sale.

A questo punto aggiungiamo ai nostri fagioli dei pezzetti di pancetta affumicata, o anche le spuntature delle ribs vanno bene, e il condimento che abbiamo preparato a parte.

Amalgamiamo bene il tutto girando con un cucchiaio, e siamo pronti per andare in cottura.

Con il nostro kettle ad una temperatura di 160/180 gradi andiamo a posizionare la vaschetta dei beans sopra le braci, per una cottura diretta, e ricordiamoci con un cucchiaio di rimescolarli ogni tanto, per evitare che quelli posti a livello piu’ basso si possano bruciare o attaccare.

Dopo una cinquantina di minuti, quando vedrete ribollire la salsa,i nostri baked beans sono pronti pronti, quindi possiamo andare a impiattarli e servirli in tavola.

Anche in questo caso una ricettina semplice e veloce, ma dal gusto che vi conquistera’, ideale come accompagnamento alle vostre grigliate.

 

 

Come si chiamano i tagli bovini all’estero?

Quante volte ci e’ capitato di leggere qualche ricetta su internet , in una lingua che non sia l’italiano, e non capire al volo di che pezzo di carne si stava parlando?

O in vacanza in terra straniera, avere voglia di fare un BBQ selvaggio, e non riuscire a capire cosa chiedere al macellaio locale?

Con queste tabelle non avrete piu’ dubbi, infatti sono comparati i nomi esteri dei vari tagli bovini con il loro nome italiano.

Se preferite potete scaricare il file delle tabelle in pdf qui:

corrispondenza tagli bovino italia-stati esteri