Cappello da prete “briskettato”

Quante volte avete visto questo taglio nei banchi del vostro supermercato ma avete preferito cucinare al barbeque altri tagli? Oggi vi spieghiamo come cuocerlo come se fosse un piccolo brisket, e ottenere un risultato inaspettato!

-Per prima cosa, la sera prima di andare in griglia, asciughiamo bene il pezzo con della carta assorbente e spennelliamo con un filo di senape delicata.

-Facciamo un paio di injection con aceto di mele, per evitare che in cottura si asciughi troppo, e andiamo a preparare un rub con sale , pepe, zucchero di canna e paprika che andremo ad applicare uniformemente sulla superficie della nostra carne, poi in frigorifero in una ciotola di vetro coperto dalla pellicola fino a mattina.

-Settiamo il nostro kettle per una cottura indiretta, stabilizziamo sui 150/160 , noi abbiamo aggiunto alle braci anche delle chip al whiskey per affumicare, e mettiamo in cottura il nostro cappello da prete, ricordandoci di inserire nel centro la sonda del nostro termometro.

-Quando si sara’ formato un bel bark, intorno ai 65/68 gradi, lo mettiamo in foil in un doppio strato di alluminio, aggiungendo un goccio di aceto di mele, e lo rilasciamo pazientemente in cottura.

-Una volta che il nostro termometro ci segnalera’ una temperatura interna di 92/94 gradi possiamo ritenerlo cotto a dovere, quindi lo mettiamo a riposo per 30 minuti,sempre avvolto nell’alluminio, fuori dal bbq.

-Terminata finalmente l’attesa e’ ora di tagliarlo a fette (fate in modo che la nervatura centrale rimanga al centro) e impiattare

Anche questo taglio di carne, solitamente tenace, con questa preparazione risultera’ tenero e saporito,vi si sciogliera’ in bocca, una vera sorpresa.

Provare per credere.