Gamberoni marinati al Bbq

In questa ricetta vi andiamo a illustrare come grigliare uno dei crostacei piu’ buoni in assoluto, il gamberone.

Solita ricetta come nel nostro stile: semplice, veloce e che da’ tanta resa.

-Per prima cosa procuratevi dei bei gamberoni di buona pezzatura, e lavateli sotto acqua corrente.

-Leviamo la testa del gambero, ma lasciamo il carapace, e andiamo a levare l’intestino (il filo nero) con l’uso di uno stuzzicadenti.

-Prepariamo una marinata con vino bianco, sale , pepe, prezzemolo e succo di limone e andiamo a immergerci i gamberoni, lasciandoli marinare per 40 minuti.

-Per questa cottura andiamo a usare la piastra in ceramica Weber, adatta per le preparazioni piu’ delicate, quindi settiamo il Bbq per una cottura diretta e andiamo a preriscaldarla per 15 minuti, con il coperchio chiuso.

-Mettiamo in cottura i nostri gamberoni, avendo l’accuratezza di girarli ogni 3/4 minuti, per avere un grado di cottura omogenea.

-Quando il carapace prende un bel colore significa che sono pronti, quindi possiamo andare ad impiattare aggiungendo una spruzzata di succo di limone e prezzemolo fresco.

Preparazione elementare per una delle pietanze marine piu’ saporite che si possano trovare, noi li adoriamo.

Provateli e fateci sapere nei commenti come vi sono venuti! Aspettiamo i vostri feedback!

 

Stinco di vitello affumicato al BBQ

In questo post andiamo a descrivere la nostra esperienza nel cuocere a puntino uno stinco di vitello.

Il pezzo che abbiamo procurato e’ intorno ai 2 kg. di peso, vi andiamo a descrivere il procedimento che abbiamo messo in atto per ottenere un risultato che vi sorprendera’.

  • Spennelliamo il nostro stinco con un velo di olio EVO e cospargiamolo con un rub composto da sale, pepe,cipolla,aglio e un rametto di rosmarino  .
  • Lo adagiamo in una leccarda e settiamo il nostro kettle per una cottura indiretta,abbiamo usato lo stacker Webbq stabilizzando sui 140 gradi.

  • Infiliamo la sonda del nostro termometro, facendo attenzione che non venga a contatto con l’osso dello stinco, e partiamo con la cottura, aggiungendo sopra le braci delle chips Don Marco’s al Hickory, per affumicare.

  • Lasciamo in cottura fino a quando la temperatura non raggiunge i 65 gradi interni, nel frattempo vaporizziamo della birra chiara sullo stinco per insaporire, ogni 30 minuti circa.
  • Raggiunta la temperatura indicata andiamo in foil, aggiungiamo un goccio di birra e avvolgiamo il nostro pezzo di carne in un doppio strato di alluminio, facendo attenzione che la sonda rimanga sempre ben posizionata, e sia ben sigillato.

  • Lo dimentichiamo in cottura, sempre ad una temperatura di 140 gradi, fino a quando non raggiunge la temperatura limite di 78/80 gradi interni,ora possiamo levarlo dal BBQ.
  • L’ultimo passaggio e’ lasciarlo a riposo,per la fase di rest, sempre avvolto nel foil,  per una trentina di minuti in un isobox, per poi sbranarlo.

Troverete una carna morbida e tenera,l’osso si stacchera’ dalla carne facilmente, e un retrogusto affumicato fara’ felice le vostre papille gustative.

Le foto credo parlino da sole, non vi resta che replicare nel migliore dei modi.

Buona cottura!

 

Panino con polpo al BBQ

Oggi voglio illustrarvi una ricetta per fare dei panini favolosi e gustosi, ma senza utilizzare la solita carne o l’hamburger, ma usando il polpo.

Chiaramente non e’  l’unico modo di farlo, ci possono essere decine di varianti a questa ricetta, e non pretendo che sia la definitiva, ma e’ sicuramente nelle capacita’ di tutti per essere realizzata, e molto gustosa.

  • Iniziamo con il procurarci un bel polpo, e laviamolo sotto acqua corrente, questo che abbiamo usato era intorno al kilo di peso.

  • Essendo abbastanza tenace dovremmo prima cuocerlo nella maniera classica prima di andare in griglia, quindi dopo aver levato il dente centrale lo adagiamo all’interno del cestello della pentola a pressione.

  • Aggiungiamo due dita di acqua con mezza cipolla e un po’ di sale e mettiamo in cottura, abbassando la fiamma quando la pentola inizia a fischiare, e proseguendo per 15 minuti.
  • Passato questo periodo, facciamo sfiatare e andiamo a levare il polpo dal cestello, e lo posizioniamo su un tagliere per farlo raffreddare 5 minuti.

  • Useremo solo i tentacoli per il nostro panino, quindi andiamo con un coltello a inciderli e porzionarli.

  • Nel frattempo prepariamo una ciotolina con un intingolo composto da: olio Evo,succo di limone,prezzemolo tritato,sale e pepe.

  • Settiamo il Bbq per una cottura diretta, ed essendo una cottura abbastanza delicata mettiamo a scaldare la nostra piastra in ceramica Weber proprio sopra le braci, e chiudiamo il coperchio.

  • Con un pennellino andiamo a passare i tentacoli del polpo con il preparato della ciotolina, e siamo pronti per portarli in cottura.

  • Dopo 10/15 minuti la nostra piastra avra’ raggiunto il calore desiderato, quindi leviamo il coperchio del kettle e mettiamo in cottura i tentacoli, avendo cura di girarli ogni 3/4minuti.

  • Quando vedete che si e’ formata una bella crosticina possiamo considerarli pronti, quindi possiamo iniziare a montare il nostro panino.

  • Abbiamo utilizzato un pane morbido, un bocconcino, tagliato nel mezzo , spennellato con il nostro intingolo, e guarnito con delle fettine di pomodoro.
  • Adagiamo un paio di tentacoli all’interno, ora il nostro succulento panino e’ pronto ad essere divorato.

La crosticina che si sara’ formata esternamente bilancera’ perfettamente la morbidezza della carne del polpo , in una esplosione di gusto ad ogni morso.

Mi sono letteralmente innamorato di questa preparazione, che naturalmente si presta a modifiche e interpretazioni soprattutto per le guarnizioni finali, ma fa’ sempre un figurone.

Avete provato a farlo anche voi? Come avete guarnito i vostri panini? Sono curioso di sapere le vostre impressioni!

 

 

Filetto di salmone in crosta di pistacchi

Questa semplice ricetta , che abbiamo portato anche in gara, rendera’ ancora piu’ sfiziosa la preparazione di questo pesce, che si sposa perfettamente con le preparazioni al bbq.

  • Prendete due tranci di filetto di salmone ( noi li abbiamo preparati con la pelle) e sciacquateli sotto acqua corrente.
  • In una ciotola preparate la panatura: sgusciate e tritate grossolanamente del pistacchi,aggiungete del pane grattuggiato, del parmigiano, uno spicchio di aglio tritato e del prezzemolo fresco.

  • Impanate accuratamente i vostri tranci di salmone, e prima di andare in griglia bagnateli con un goccio di olio.

  • Settate il vostro kettle per una cottura indiretta, stabilizzando la temperatura sui 150/160 gradi, appogiate un pezzo di carta forno sulla griglia e mettete i vostri tranci in cottura.

  • Se volete a questo punto potete buttare sulle braci delle chips Fish della Weber, per dare quel gusto in piu’ di affumicato.

  • Abbiamo lasciato in cottura per un ora alla temperatura sopra indicata, quando vedete che la panatura si scurisce e si fa’ croccante sono pronti, e potete impiattare.

Una delle ricette piu’ facili per cucinare il salmone nel vostro Bbq ma di sicuro effetto, il pistacchio si sposa perfettamente con il gusto delicato del salmone, e crea una panatura dal gusto perfetto.

Farete un figurone, provate e sappiateci dire.

 

 

Pomodorini arrosto al BBQ

Lo sappiamo che questa ricetta ormai ha invaso il web con il grido di #drogarossa ,ed e’ diventata un tormentone peggio del “Pulcino Pio” di qualche estate fa’, ma non potevamo sottrarci nel provarla, e di conseguenza nel descrivervi i passaggi per la preparazione.

  • Per prima cosa procuratevi del pomodorini ciliegino, lavateli sotto acqua corrente, e adagiateli interi in una leccarda (ricordatevi di non metterne troppi tutti insieme).
  • Una spolverata di sale, pepe e zucchero di canna grezzo.
  • Innaffiate generosamente con Olio Evo e date una spruzzata con aceto di mele e salsa Worcester.

  • Settate il vostro BBQ per una cottura indiretta, e stabilizzatelo ad una temperatura tra i 180 e i 200 gradi.

  • Se volete potete pensare ad una leggera affumicatura, magari utilizzando delle chips al ciliegio.

  • Mettete i pomodorini in cottura, quando li vedrete “appassire” o esplodere, rilasciando i propri succhi, li possiamo considerare pronti. Ci vorra’ a grandi linee tra i 40 minuti e un ora di tempo.

Li possiamo mangiare cosi’ come sono, o magari messi in un panino con della salsiccia affumicata, ma il top sono spalmati su un crostone di pane abbrustolito accompagnati dai loro liquidi di cottura, e con una spolverata di origano, veramente illegali.

Sono talmente facili da fare e cosi’ impossibili da sbagliare che diventeranno il contorno fisso alle vostre grigliate, di questo ne siamo assolutamente certi.

Ricordatevi di farne tanti, uno tira l’altro, vi abbiamo avvertiti.

 

Coleslaw insalata di cavolo

Questa e’ la ricetta per preparare la famosa coleslaw , o insalata di cavolo, tanto amata negli Usa, e un po’ anche da noi, perche’ e’ buonissima!

Questo contorno si sposa perfettamente con il pulled pork, cosi tanto da poterla inserire direttamente nei panini con la famosa carne sfilacciata, ma anche da contorno per le ribs o per qualsiasi carne alla griglia.

Noi la prepariamo cosi’, vediamo cosa vi serve:

-1 Cavolo cappuccio (intorno ai 300 gr.)

-2 carote

-1 cetriolo

-3 cucchiai di maionese

-3 cucchiai di panna acida

-1 cucchiaino di senape

-2 cucchiai di aceto bianco

-1 cuchiaino di zucchero

-olio,sale,pepe

Affettate al coltello in striscioline sottili il cavolo, e passate le carote e il cetriolo nell’apposito strumento per tagliarle a julienne (altrimenti usate il coltello o la mandolina).
In una ciotola, unite la maionese, la panna, la senape e l’aceto insieme allo zucchero, poi assaggiate la salsa così ottenuta: dev’essere un po’ aspra ma non troppo.
Coprite con la salsa le verdure precedentemente tagliate e mescolate bene, poi aggiustate sale e pepe se necessario.

Mettete in frigo per un oretta, e la nostra coleslaw e’ pronta per essere un contorno perfetto alle vostre grigliate.

 

 

Spiedini con pollo, salsiccia e verdure

Ecco una ricetta, semplice e velocissima, per preparare degli spiedini sul nostro BBQ, utilizzando sia carne che verdure.

Andiamo a vedere i semplici passaggi per arrivare ad ottenere un risultato gustoso:

  • Prendete del petto di pollo senza pelle e andate a tagliarlo a bocconcini abbastanza grandi, stessa cosa fate anche per la salsiccia.
  • Come verdura vogliamo utilizzare peperoni e zucchine, che andiamo a loro volta a tagliare per infilarli sul nostro spiedino, e dei pomodorini che utilizzeremo interi.

  • Intervalliamo sul nostro spiedino un pezzo di carne con uno di verdura, mettendo una foglia di salvia tra uno e l’altro, fino a riempirlo per la sua interezza, e non dimentichiamoci il pomodorino.
  • In una ciotolina prepariamo un intingolo con olio,vino bianco, rosmarino, sale e pepe nero e con l’aiuto di un pennello da cucina, andiamo a cospargere il nostro spiedo, prima di andare in cottura.

  • Settiamo il nostro BBQ per una cottura diretta direttamente sopra le braci, questa volta abbiamo utilizzato il piccolo ma performante Smokey Joe.

  • Li cuociamo per una ventina di minuti a calore diretto, ricordandoci ogni 5 minuti di girarli su un lato, per ottenere una cottura omogenea, e sono pronti.

Come avrete potuto constatare e’ una ricetta molto semplice e immediata, se siete di fretta e non avete molto tempo a disposizione potete prepararli in pochi minuti sul vostro dispositivo.

Foto e preparazione fornite da Riccardo Balzano

 

 

Tomahawk alla griglia

Aiuto! arrivano gli indiani!

Tranquilli, in questo caso non c’e’ da scappare, ma da mettersi comodi per gustarsi uno dei tagli piu gustosi e veloci che possiamo preparare sul nostro Bbq.

Il nome “Tomahawk” prende il nome dalla famosa ascia di guerra usata dai pellerossa, e questa costata viene appunto lasciata con l’osso lungo, per farla assomigliare a questo utensile.

In questo caso pero’ quella che abbiamo cucinato e’ stata un po’ spuntata, per questioni di spazio e di trasporto, ma vi assicuro che e’ 100% “indiana” 🙂

Il procedimento e’ veramente semplice, si cuoce a calore diretto, in griglia direttamente sopra braci, l’unica accortezza che vi consiglio e’ di usare un termometro, per avere sotto occhio la temperatura a cui la volete servire, e quindi il grado di cottura.

Andiamo ad elencare come ci siamo comportati:

  • Abbiamo preso la nostra Tomahawk da 1,1 kg. e la abbiamo pazientemente asciugata con carta assorbente.

  • Accendiamo un cesto di carbonella e lo rovesciamo nel kettle, senza coperchio, fino ad arrivare ad una vera temperatura infernale.

  • Infiliamo la nostra sonda a mezza altezza nella bistecca, cercando di arrivare al centro, e la mettamo in cottura diretta in griglia, proprio sopra le braci.

  • Cerchiamo di girarla una volta solo per lato,stando attenti alle eventuali fiammate, mettendola anche in piedi dalla parte dell’osso per favorire una cottura omogenea.
  • Noi ci siamo fermati quando la nostra sonda ha segnalato i 55 gradi interni, e si era formata una bella crosticina .
  • Lasciata a riposo per 5 minuti e poi affettata in tagliata

Veramente una tenerezza e un gusto che vi consiglio di provare, non ne rimarrete delusi.

E’ un taglio che sta’ andando molto “di moda” in questo periodo,non avrete certo difficolta’ a reperirlo in qualche macelleria ben fornita.

Un doveroso ringraziamento a Marco di Post Meat per averci fornito questa prelibatezza.

 

Cosce di pollo con formaggio, zucchine e bacon

Questa ricetta la consideriamo una valida alternativa alle solite cosce di pollo, cucinate in stile lollipop, sul nostro kettle.

Al gusto del bacon e del pollo andiamo ad aggiungere la freschezza del formaggio Philadelphia e della zucchina, vediamo come:

  • Prendete dei fusi di pollo, levategli interamente la pelle e pulite l’osso nella parte inferiore.
  • Con un coltello affilato andate a fare delle piccole incisioni nella parte più carnosa della coscia.
  • Con l’aiuto di un cucchiaino andiamo a riempire le incisioni cospargerndo tutta la superficie superiore con del formaggio Philadelphia tradizionale.

  • Con l’aiuto di un pelapatate andiamo a tagliare delle sottilissime fette di zucchina, e le avvolgiamo sulle nostre cosce, usando il formaggio come “aggrappante”.

  • A questo punto stendiamo ancora sopra un leggero strato di formaggio, e le avvolgiamo con una fetta di bacon, facendo attenzione anche questa volta che aderisca bene, per evitare che si possa aprire poi in cottura.

  • Settiamo il nostro BBQ per una cottura indiretta a 170/180 gradi, e siamo pronti per metterle in griglia.
  • Quando la temperatura interna delle nostre cosce raggiunge i 76 gradi,il bacon ha raggiunto il giusto colore scuro e croccantezza, le possiamo ritenere pronte.

La delicatezza e cremosita’ del formaggio si sposa perfettamente con il sapore e la consistenza del bacon ad ogni morso, e da’ quel tocco in piu’ al gusto del pollo stesso.

E’ una ricetta semplice ma che vi stupira’, abbiamo provato a sperimentarla anche in gara e ha ottenuto un discreto riscontro e curiosita’.

Provate a realizzarla, e’ semplicissima, poi fateci sapere cosa ne pensate.

 

Baltimora Pit Beef

Il Pit Beef e’ una vera e propria istituzione in quel di Baltimora e in questa ricetta andremo passo passo ad illustrarvi come prepararlo.

E’ una ricetta abbastanza semplice e veloce, una delle poche al barbeque che non necessita tempi lunghi e ore e ore di affumicatura.

Iniziamo procurandoci la materia prima:

  • Serve un bel girello di manzo o noce di manzo, che andremo a spennellare con un filo di senape

  • Prepariamo un rub con sale, paprika dolce,pepe nero, aglio in polvere origano e un mezzo cucchiaino di peperoncino, lo andiamo ad applicare uniformemente sul nostro taglio di carne per poi avvolgerlo nella pellicola trasparente e mettendolo nel frigo per 30 minuti.
  • Mentre la nostra carne riposa settiamo il kettle per una cottura indiretta a 120/130 gradi.
  • Infiliamo il nostro termometro a sonda fino al centro della carne e lo posizioniamo in cottura indiretta. lontano dalle braci, fino a quando la temperatura interna non raggiunge i 50 gradi, ci vorranno a grandi linee 40 minuti.
  • A questo punto lo portiamo sopra le braci, a cottura diretta, per formare una crosticina, girandolo piu’ volte per ottenere una cottura omogenea, fino a quando la temperatura interna non raggiunge i 56 gradi.

  • Lasciamo la carne a riposo fuori dal barbeque per qualche minuto e poi andiamo ad affettarlo nel modo piu’ sottile possibile, magari aiutandoci con una affettatrice.

  • Ora e’ tempo d montare il panino: consigliamo un Kaiser rolls con semi di sesamo e farcitelo con sottili anelli di cipolla bianca e abbondante salsa tiger (maionese al rafano).

Una vero festival di sapori in bocca al primo morso, dovuto alla morbidezza del pane che con la carne succulenta, e il carattere del rub, esplodono in una miscela esagerata di gusto.

Semplicemente irresistibile.

Foto prese dal web.