Alla ricerca dell’hamburger perfetto: Bojo Burger

Set 23, 2018 | Accade in Puglia | 0 commenti

La Puglia da anni attira turisti non solo dall’Italia ma dal mondo intero. Facile trovare nei mesi estivi statunitensi o australiani che decidono di trascorrere le loro vacanze in quella che i tre colossi – National Geographic, Lonely Planet e New York Times non hanno esitato nel definire la regione più bella del mondo.

Senza ombra di dubbio è il Salento ad accogliere la maggior parte dei viaggiatori e così mi sono detto che una visita alle loro hamburgherie era doveroso farla.

Nel nostro dna scorre buon vino, buon cibo e accoglienza e come lo vuoi far sentire a casa un americano se non con un buon hamburger?

Approfittando del mare caraibico (ma non era salentino??) di Marina d’Ugento decido di far visita ad un locale che si posiziona al primo posto della classifica tripadvisor in quel di Torre San Giovanni (tipica località estiva invasa da turisti a Luglio, Agosto e Settembre): il Bojo Burger!

Il locale è volutamente spartano, tavoli alti e sgabelli e stile self service. Prendi da te tutto l’occorrente necessario al servizio compreso un foglio con elencati tutti gli ingredienti per poter assemblare l’hamburger a tuo piacimento.

Così tanti ingredienti , tutti invitanti, da permetterti di creare mille soluzioni diverse. Questa impostazione non prevede ,pertanto, personale pronto a consigliare il cliente su possibili combinazioni e scelte.

Io opto per un classico: Bun con semi di sesamo, scottona, cheddar, bacon, uovo occhio di bue, insalata iceberg, songino, pomodoro, cipolla caramellata, salsa bbq (heinz), senape;

il mio amico: bun gourmet artigianale, angus, bacon, pancetta tesa, rucola, pomodoro, ketchup di datterino giallo, firecracker sauce (piccante e affumicata),maionese.

Il classico si presenta bene, ben assemblato e ben proporzionato. Il Bun è molto buono, profumato e tostato. Gli ingredienti, freschi e di qualità, sono molto equilibrati. Il morso agevole.

Rilevo però due difetti:

  • il patty, seppur cotto bene, è piccolo e poco saporito.
  • l’ uovo troppo cotto, il tuorlo avrebbe dovuto esplodere e avvolgere armoniosamente il tutto invece è tristemente sodo.

Il secondo hamburger è meno bello esteticamente, il pane è decisamente peggio del primo, la carne molto più buona, cotta bene ma troppo piccola. Salse eccezionali! Morso meno agevole per via del bun ma abbastanza saporito.

Costo totale 28 €.

Nel complesso davvero un buon hamburger, con i giusti accorgimenti e una grammatura del patty più grande potrebbero entusiasmare gli amici statunitensi.

Voto: 7.

NB: il Bojo Burger durante l’autunno e l’inverno apre nella sua seconda sede a Casarano (LE)

Bojo Burger Torre San Giovanni

Bojo Burger Casarano