Alla ricerca dell’hamburger perfetto: Tortuga Public House

Ott 16, 2018 | Accade in Puglia | 0 commenti

Incuriosito da alcune foto adocchiate sui social, decido di far visita al Tortuga di Bisceglie

Il tema piratesco è agevolato dalla bella posizione sul lungomare della città.
Locale pulito, sobrio e accattivante. Lo stile di arrendamento mi ha ricordato i bei locali del nord Europa dove è difficile, se non impossibile, incontrare il cattivo gusto. Sono entusiasta di aver trovato un locale che sposa a pieno i miei gusti a poco più di 30 minuti di auto da casa mia. 

Ragazzi genuini e sorridenti ci accolgono indicandoci il tavolo che avevo prenotato qualche giorno prima. Alle mie spalle due celle di frollatura con all’interno tagli di carne di qualità elevata (pezzata rossa, tomahawk, polacca, rybeye).
Ci portano immediatamente il menù e ci illustrano i fuori menù della serata tra i quali è presente anche un hamburger.

Optiamo per la carta dove è possibile scegliere tra varie tipologie di patties, dal black angus americano a quello vegetariano, fino al Tortuga, una loro ideazione composta da 90% bovino adulto italiano e 10% maialino e mix di spezie.

.

Nel locale si respira aria di competenza e consapevolezza quindi scelgo il Tortuga. Esistono anche diverse composizioni per la farcitura. Scelgo il “Culicchia”: caponata di melanzane, capocollo di Martina Franca grigliato, nocciole, mayo al pepe.

Il panino arriva dopo circa 15 minuti accompagnato da patate rustiche fritte e tre tipi di salse diverse home made: mayo al lime, ketchup alle prugne e mayo alla glassa di aceto balsamico. Quest’ ultima merita una menzione speciale, buonissima. La classica salsa che ti fa venire voglia, una volta finite le patate, di pulciarci dentro forchetta, coltello e tavolo con tutte le sedie. 

Il panino è molto bello da vedere, bun fragrante e fresco con mix di semi, assemblaggio preciso, armonioso ed equilibrato. Patty cotto bene, succoso e saporito (non a caso hanno deciso di dedicargli il nome del locale), piacevole croccantezza delle nocciole, ottima sapidità del capocollo e lieve piccantezza della salsa. Morso gradevole e un sapore, nel complesso, delizioso. Insomma un hamburger degno di questo nome.

Costo, con acqua liscia, 15 €, voto 8,5!

Gli hamburger perfetti li ho trovati fuori dall’Italia, a New York, in Arizona, ad Honolulu, al Kottmastarn o Ag Restaurang di Stoccolma, al Cannibale di Amsterdam (per menzionarne alcuni), sono lì i miei parametri, severi, di riferimento. Al Tortuga mi sono sentito fuori dall’Italia e questo mi ha emozionato. Mi sento di consigliare questo locale. Una perla rara ma ,d’altronde, ero tra i pirati.

p.s.: ho mangiato anche una costata di polacca cotta in reverse searing, accompagnata da riserva di sale siciliano e servita in una lodge…ma quello è un altro campionato…ne parleremo in altre recensioni. 

Tortuga Public House